Disabilità: non promesse, ma impegni e proposte

Disabilità: non promesse, ma impegni e proposte

Disabilità: non promesse, ma impegni e proposte

Una cittadina, su Facebook, mi ha chiesto quale sarà il mio impegno con il Partito Democratico per le persone con disabilità. Le ho risposto che, da candidato, non voglio fare promesse, ma raccontare quello che ho fatto, in questi anni, in Provincia.

Nonostante la situazione economicamente disastrata che abbiamo dovuto affrontare, ho chiesto e ottenuto che non fosse tolto nemmeno un euro all’istruzione e formazione dei nostri ragazzi in modo particolare a coloro con disabilità. Questo impegno mantenuto per me è motivo di orgoglio.

Sul campo delle proposte, invece, vedo due priorità in Regione: la prima è riportare il prima possibile l’assistenza e il trasporto agli alunni con disabilità in capo alle Province (con i giusti finanziamenti regionali): è fondamentale che chi gestisce il servizio sia il più vicino possibile ai ragazzi e alle loro famiglie.

La seconda è intervenire sull’eccessiva differenza che c’è tra l’investimento dello Stato per il diritto allo studio degli studenti con disabilità alle scuole superiori (circa 18-20mila euro per anno scolastico) e quello di Regione Lombardia per i loro coetanei nei centri di formazione professionale (circa 7mila euro).

Spero di averle risposto e invito chiunque voglia confrontarsi, chiedere o approfondire a scrivermi a paolo@paolobertocchi.info.

2018-02-14T08:22:53+00:00 1 febbraio 2018|Generale|