Frontalieri: proroga per la voluntary disclosure

svizzera-italia_367Il Consiglio dei Ministri questa mattina ha prorogato al 30 novembre il termine per la presentazione delle domande per la “voluntary disclosure” e ha prorogato fino al 31 dicembre la scadenza per l’integrazione della documentazione. Una buona notizia per i frontalieri che rischiano di essere considerati ingiustamente evasori fiscali.

Dopo i chiarimenti del Governo, ad agosto, sull’Avs, arriva un altro provvedimento di buon senso da parte dell’esecutivo. Bene anche questa decisione di dare più tempo ai frontalieri e agli ex frontalieri o ai loro eredi per mettersi in regola con il fisco italiano. Come Provincia di Varese ci siamo fatti più volte portavoce presso il Governo delle preoccupazioni del nostro territorio. Siamo stati ascoltati. Questo atto conferma la volontà da parte del Governo Renzi di costruire un sistema di rapporti equilibrato con la Svizzera, e il Canton Ticino in particolare, per tutelare chi davvero lavora distinguendolo dai veri evasori.