Lago Maggiore, dati incoraggianti sul turismo nel 2015

prealpa per blog turismo1Sono positivi i primi dati sul turismo estivo 2015 della nostra Provincia. Grazie al lavoro dell’Osservatorio flussi turistici della Provincia di Varese è possibile fare un primo confronto tra il bimestre maggio-giugno nel 2014 e lo stesso periodo nel 2015 per una delle zone più importati per il settore, l’area che comprende i Comuni che si affacciano sul Lago Maggiore da Castelveccana fino a Maccagno con Pino e Veddasca e che si estende per tutta la Valtravaglia, la Val Veddasca e la Val Dumentina. I dati, per questa zona presa in esame, anche se molto ravvicinati nel tempo per il 2015 (Istat Roma li convaliderà solo fra qualche anno) e quindi non ancora definitivi, permettono un confronto per tipo di struttura ricettiva e per località di provenienza.

Innanzitutto partiamo dalla capacità ricettiva. Il confronto permette di rilevare che a distanza di un anno v’è stato l’aumento di un unico Bed and Breakfast in più rispetto al 2014. Tutte le altre strutture sono rimaste costanti (11 alberghi, 2 campeggi, 12 alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale, 7 rifugi di montagna). Quindi i B&B passano da 18 nel 2014 a 19 nel 2015 per un totale generale di strutture nell’area presa in considerazione di 56 (2014) e 57 (2015). Non si è registrata nessuna chiusura di attività.

Gli arrivi per gli italiani tra maggio-giugno 2014 sono stati 2174 e nel 2015 sono rimasti quasi invariati a 2171 mentre le presenze sono aumentate nel 2015 passando da 3856 a 3916 nel 2015  (per “presenze” si intende il numero delle notti trascorse dai clienti negli esercizi ricettivi). Per quanto riguarda invece gli stranieri si registra un aumento sia degli arrivi che delle presenze: presenze stranieri maggio giugno 2014 numero 14160, stesso periodo anno 2015 presenze numero 14755, arrivi 2014 numero 5333 e arrivi nel 2015 numero 5766. Trattandosi ancora di dati provvisori in totale dunque tra italiani e stranieri nel periodo maggio-giugno 2014 si sono registrati 7507 arrivi e 18016 presenze e nello stesso arco temporale per il 2015 si sono avuti 7937 arrivi e 18671 presenze.

Quali sono le regioni italiane e gli Stati esteri più “gettonati”? Il 40% delle presenze è composto da turisti lombardi, seguono i Piemontesi con l’11,5% ed i Veneti con il 9% rispetto al totale degli italiani che hanno pernottato. A seguire Campania, Toscana, Emilia Romagna, Sicilia, etc… Tra gli stranieri sono i tedeschi che si confermano i più affezionati amanti del nostro lago, la Germania rappresenta il 58,5% delle presenze totali straniere. A seguire la Svizzera-Liechtenstein con il 21% di presenze, i Paesi Bassi con il 4,5% di presenze, la Francia con il 3,7% e l’Austria con il 3,2%.

Sono dati parziali sia per territorio che per periodo analizzato ma sono indicativi e incoraggianti. Anche senza la costosa e contestata Agenzia del turismo gli operatori del settore, aiutati dalla Camera di Commercio e dal settore turismo della Provincia (a cui va un sincero plauso, senza risorse i nostri dipendenti stanno davvero facendo il possibile e anche l’impossibile) stanno dimostrando che si può e si deve credere nel nostro territorio, senza proclami ma lavorando sulla qualità dell’offerta.